Fondotinta, fa male alla pelle?

Fondotinta, fa male alla pelle?

Il rapporto tra make-up e skincare è importante. Scegliere un fondotinta per il proprio tipo di pelle può fare la differenza per una pelle bella e sana.

Make-up e skincare

Una pelle liscia, morbida, luminosa e priva di qualsiasi imperfezione è il sogno di ogni donna a
qualunque età. Per quanto riguarda l’aspetto dell’epidermide, la genetica è senza dubbio una delle
discriminanti principali perché è proprio quest’ultima a determinare quale sia la nostra tipologia di
pelle; oltre al fattore ereditario, però, ci sono anche diversi errori che tutte commettiamo
quotidianamente, senza accorgercene, che possono peggiorare di molto la condizione e la salute
della pelle.
Molto spesso, quando si parla di skincare si pensa anche al make-up, è bene però precisare che
questi due ambiti sono in realtà due momenti separati della routine quotidiana e come tali devono
essere analizzati. Mentre la skincare è un momento di preparazione ma anche di restituzione della
pelle, che ha lo scopo di donare benessere generale all’epidermide, il make-up può essere
sicuramente un prezioso alleato della cura quotidiana della cute ma, non deve necessariamente fare
bene alla pelle, piuttosto renderla più bella e non per forza migliorarla al livello di salute profonda.
Ciò che è bene tenere presente è la formulazione dei cosmetici per il make-up, essa, infatti, può
rivelare se un prodotto è compatibile o meno con una certa skin care e se può contenere o meno
ingredienti potenzialmente problematici per una determinata tipologia di pelle.

Il fondotinta fa male alla pelle?

Quante volte ci siamo domandate se il fondotinta possa far male alla nostra pelle; premesso il
rapporto che deve instaurarsi tra make-up e skincare, la risposta a questa annosa domanda è
questa: il fondotinta non fa assolutamente male alla pelle.
La qualità del prodotto che decidiamo di indossare per la maggior parte della giornata è senza
dubbio la prima cosa da considerare quando compriamo un fondotinta; infatti, sono sicuramente gli
ingredienti a fare una enorme differenza, sia per quanto riguarda la resa estetica, sia per quel che
concerne il comfort che può apportare sulla nostra pelle. Il fondotinta che decidiamo di comprare
non dovrebbe mai contenere paraffine, siliconi, profumazioni o coloranti di sintesi; per questo è
importante informarsi e leggere attentamente la lista degli ingredienti sull’etichetta, così da evitare
di sovraccaricare la pelle di sostanze inutili e a volte dannose.
La scelta del fondotinta antirughe di Vichy può essere un buon compromesso nello scegliere un
prodotto altamente performante e allo stesso tempo che vada a potenziare gli effetti del
trattamento specifico anti età.
Un fondotinta adatto alla propria pelle, quindi, va benissimo; un po’ di trucco usato tutti i giorni è
addirittura consigliabile perché può proteggere la cute da un’eccessiva esposizione ai raggi solari,
agli agenti atmosferici e ai fattori ossidanti esterni, come batteri e inquinamento. Il make-up può
risultare utile anche chi soffre di pelle fredda e sofferente a causa di una micro-circolazione
periferica rallentata; coprire l’epidermide con la leggera protezione superficiale data dal fondotinta
aiuta a mantenere la temperatura costante e a garantire una maggiore fluidità del sebo, che tenderà
ad ostruire meno i pori.
Da non dimenticare, però, che il make-up cattura sporcizia, batteri e agenti ossidanti, è importante
quindi non indossarlo più di 8 – 10 ore consecutive.

dicembre 15, 2019

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: