Cleopatra, una leader dalle labbra rosso carminio

Buongiorno
ragazze!
Oggi facciamo
un tuffo nel passato… Biancaneve makeup vi porta indietro nel tempo di oltre
duemila anni per conoscere la prima icona di stile e bellezza: Cleopatra.
Cleopatra
Frederick Arthur Bridgman – Cleopatra on the Terraces of Philae (Wikipedia)
Ultima
sovrana dell’età ellenistica e donna dal grande fascino (tanto da essere
riuscita a sedurre due tra i condottieri romani più importanti della storia:
Giulio Cesare e Marco Antonio), Cleopatra è da sempre simbolo di potenza e
bellezza, ma non solo. 
La sua perfetta conoscenza della lingua egizia (che i
Tolomei si rifiutarono di imparare perché la consideravano non ufficiale e che
invece lei studiò e imparò perfettamente per “ribellarsi” a tale scelta) e di
molte altre la colloca nella rosa delle donne più intelligenti, capace di
stringere e mantenere rapporti con personalità influenti dell’epoca.

L’iconografia
classica la ritrae con lucenti capelli neri, la pelle perfetta – frutto di cure
notevoli come il bagno nel latte d’asina (pare che alla regina servissero 700
asine per la dose di latte necessaria a nutrire la sua pelle nel giusto modo) –
e labbra rosso carminio.
Un’attenzione
verso la bellezza che è giunta fino a noi. Pochi forse sanno che è merito delle
donne come Cleopatra se oggi possiamo utilizzare prodotti quali ombretti,
rossetti o creme idratanti.
Far
risaltare la bellezza degli occhi era una pratica quotidiana grazie al khol, un
miscuglio di fuliggine e galena che permetteva di scurirne e allungarne la
forma per ricordare quello del Dio falco Horo. Era anche utilizzato perché
ottimo rimedio per proteggere gli occhi da infezioni e raggi del sole.
Era
invece una maschera d’oro, utilizzata durante la notte, il segreto per
ammorbidire la pelle e anche oggi molti dei trattamenti cosmetici di lusso
contengono l’oro come ingrediente nobile.
Il
grasso di coccodrillo, serpente, toro, oca e ippopotamo era la base per creme e
unguenti
, necessari a nutrire e rendere morbida la pelle. Erano talmente
preziosi per gli antichi egizi da nominare addirittura un “guardiano degli
unguenti”.
Sugli
occhi, come ombretto, si utilizzava la malachite verde, un colore che dona
particolarmente agli occhi scuri, mentre il rosso carminio delle labbra si
otteneva con ocra rossa, pigmenti dei coleotteri e delle formiche (all’epoca
non si badava molto all’inci dei prodotti!) e ovviamente, Cleopatra lo
sfoggiava quotidianamente con immensa eleganza.
Cleopatra
è stata una regina di cuori, di bellezza e di stile, dal carattere forte e dal
piglio deciso e sarebbe una donna a cui ispirarsi anche se vivesse ai giorni
nostri: insomma, una vera leader.
Vogliamo
emulare la sua sicurezza? Non è difficile se si può contare su uno strutturato
ed efficiente corso leadership, in grado di accrescere la consapevolezza del ruolo che
si copre tanto nel lavoro quanto nella vita.
Rimarremmo
stupite da quanto possano aiutare dei corsi di coaching e motivazionali.
Cleopatra
è una donna interessante, mossa dalle passioni. Non trovate che sia molto
moderna?
Quali
sono altre figure femminili che ritenete interessanti?
Sono
curiosa, aspetto i vostri suggerimenti.
Gaia
Articolo
scritto in collaborazione con
Professione
Manager
, società italiana che
offre una Formazione
esclusiva per concept, esperienza e offerta didattica.

gennaio 29, 2016

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: